La strategia della Fed (e di Draghi) contro la Ue

  • Pubblicato in Esteri

La Fed, la Banca centrale americana, continuerà a perseguire gli obiettivi tanto della piena occupazione quanto della stabilità dei prezzi. La Yellen incoraggia quella che è una politica virtuosa di spesa infrastrutturale che i traduttori nostrani italici interpretano come debito buono e non cattivo, ossia quel debito che può produrre un  tasso di crescita superiore al tasso di indebitamento (...) C'è chi parla della necessità di dar vita a una politica espansiva che si fondi sul Pnrr divenuto una costante e non un'eccezione determinata dalla catastrofe pandemica. Le considerazioni dell'economista prof. Giulio Sapelli su il Sussidiario.

Sta cambiando il volto dell'Europa, fino a ieri matrigna?

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS