Khashoggi, il mondo intero accetta il processo farsa

  • Pubblicato in Esteri

La comunità internazionale ha chiesto all’Arabia Saudita di riparare a una violazione dei diritti umani. Per farlo, Riad ne ha commessa un’altra. I politici occidentali hanno ottenuto quello che la loro stampa chiedeva, ma i veri mandanti dell’omicidio rimarranno impuniti. Questo è il paradosso dell’omicidio di Jamal Khashoggi, il giornalista saudita, corrispondente del Washington Post, ucciso il 2 ottobre 2018 nell’ambasciata del suo Paese a Istanbul. Era entrato per ottenere dei documenti per poter sposare la sua fidanzata turca. Non è più uscito, almeno da vivo. Fuori, Hatice Cengiz lo ha aspettato per ore, ma il suo corpo era stato fatto a pezzi e il consolato ripulito dal sangue. Nessuno l’ha più ritrovato. Il commento di Andrea Fioravanti su Linkiesta.

Omicidio Khashoggi, il mondo si inchina all'Arabia Saudita

Leggi tutto...

Assassinio di Khashoggi, ecco il colpevole

  • Pubblicato in Esteri

Nel rapporto di 100 pagine delle Nazioni Unite si chiede al segretario generale Antonio Guterres «un’inchiesta penale internazionale», come per i peggiori criminali alla sbarra a L’Aja. Chi vuole più investire pubblicamente nella modernizzazione dell’Arabia Saudita? Solo gli Stati Uniti di Donald Trump, che con ogni probabilità risparmieranno a MbS la Corte penale internazionale. Per finire al tribunale che processa sui genocidi e sui crimini di guerra e contro l’umanità – e il principe saudita è responsabile anche dei bombardamenti indiscriminati in Yemen – serve il via libera del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Il commento di Barbara Ciolli sul sito Lettera43.

Khashoggi, si sa chi è stato ad ucciderlo

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS