Il giorno nero della Birmania

Il giorno nero della Birmania

La Birmania nel caos, ripristinata la pena di morte

La giunta birmana ha messo a morte impiccandoli quattro prigionieri politici come aveva annunciato il 4 giugno, sollevando un’ondata di proteste. L’annuncio è stato dato il 25 luglio dal Global New Light of Myanmar, il quotidiano del regime, che non ha precisato le date precise delle esecuzioni. Le famiglie sono state informate attraverso la stampa e non hanno ancora potuto recuperare le salme. Il commento su Internazionae.