Kaliningrad, Kirill e la «guerra parallela»

Kaliningrad, Kirill e la «guerra parallela»

Il patriarca di Mosca Kirill continua a giustificare l'invasione dell'Ucraina

Le parole del patriarca di Mosca: «Molti oggi si ribellano al nostro Paese ma sappiamo che il Paese non ha fatto del male a nessuno. L’alterità della Russia suscita gelosia, invidia e indignazione ma non possiamo cambiare». Il commento di Fulvio Scaglione su Avvenire.