C’è un aggressore? (Putin) C’è una vittima? (l'Ucraina)

C’è un aggressore? (Putin) C’è una vittima? (l'Ucraina)

Papa Francesco e la guerra russo-ucraina

«Papa Francesco ha definito lucidamente il conflitto “inaccettabile aggressione armata”, “guerra ripugnante”, “massacro insensato”, “invasione dell’Ucraina”, “barbarie”, “atto sacrilego”» (...) Si può sostenere che la guerra è stata scatenata da Vladimir Putin al solo scopo di impadronirsi dell'Ucraina, per ragioni imperialistiche, e si può dire, al contrario, che si tratta di una «guerra per procura» provocata dagli americani, dalla lobby delle armi e magari anche da Big Pharma (melius abundare quam deficere, dicevano i latini, molto prima di Totò); ma sostenere o alludere a entrambe le cose finisce per fare più confusione che chiarezza. Il commento di Francesco Cundari su Linkiesta.