La paura e la rabbia sul voto Usa del 3 novembre

La paura e la rabbia sul voto Usa del 3 novembre

Biden vuole far passare il messaggio che, a differenza di Trump, lui sarebbe un “unificatore”, non un divisore: una figura di cui il Paese, spaccato da questi quattro anni di presidenza Trump, ha disperatamente bisogno. Ma in realtà le sue parole evidenziano, se ancora ce ne fosse bisogno, quanto l’America sia diventata una nazione spaventata. (...) Il contagio di Trump ha spaventato i repubblicani perché ha messo in chiaro una volta per tutte anche a chi non ci credeva che il virus non è una finzione e che le mascherine e il distanziamento sociale sono misure realmente necessarie. Non solo: li ha messi in difficoltà perché ha evidenziato la vulnerabilità del presidente in un momento decisivo della campagna elettorale. Il commento di John Flegener su Huffington Post.

Si accende lo scontro Trump-Biden in vista delle presidenziali del 3 novembre