“È finita l’America di JFK”, l’accusa di Furio Colombo

“È finita l’America di JFK”, l’accusa di Furio Colombo

Dure le parole di Furio Colombo, uno dei massimi esperti di cose degli Stati Uniti, intervistato da Umberto De Giovannangeli: ''L’America a noi sembrava capace di brutte cadute, ma che avevano la caratteristica di non intaccare le istituzioni: Costituzione, Corte suprema, i principi fondamentali dei Federal papers, la tradizione delle grandi presidenze, ci era sembrata sempre in grado di ritornare a curare i mali, anche gravi, che di tanto in tanto abbiamo visto scoppiare. Il “fenomeno Trump” è stata una sorpresa enorme, quando si è manifestato. Girando per l’America durante tutto quell’anno, non ho incontrato una sola persona che mi abbia predetto come ovvia, ma anche solo come possibile, la vittoria di Trump. Io ricordo una meraviglia grandissima negli Stati Uniti per quello che era accaduto''. Su Il Riformista.

Gli Stati Uniti di John F. Kennedy non esistono più