Alexei Navalny, avversario di Putin, in coma

Alexei Navalny, avversario di Putin, in coma

Di fatto Vladimir Putin non avrebbe un vantaggio dall’uccisione di Alexei Navalny. Eppure appare inevitabile, per chi ripercorra le inquietanti storie recenti della politica russa, che il dito venga puntato contro il Cremlino dopo la notizia dell’avvelenamento del principale oppositore del presidente. Navalny, 44 anni, è in coma, ventilato artificialmente, presso l’ospedale di Omsk, sud-ovest della Siberia. È in pericolo di vita, ma le sue condizioni sono definite “stabili” e i medici assicurano che “faremo di tutto per salvargli la vita”. Il suo staff sta cercando di portarlo all’estero, la Germania potrebbe essere una destinazione. Il commento di Carlo Renda su Huffington Post.

Un altro antagonista di Putin in fin di vita