La pandemia come pretesto per una sorveglianza digitale

La pandemia come pretesto per una sorveglianza digitale

In tutta Europa la lotta contro Covid-19 ha comportato l'introduzione diffusa di misure tecnologiche di sorveglianza e di tracciamento che violano le libertà civili e i diritti umani. E, mentre alcune iniziative radicali potrebbero essere giustificate da una situazione senza precedenti, la preoccupazione maggiore è che i vari aspetti dell'autoritarismo digitale che sono stati imposti restino tali anche dopo questa crisi. (...) Tra le prime misure ampiamente diffuse c’è stato il controllo con i droni, introdotto in Belgio, Croazia, Francia, Grecia, Ungheria, Polonia, Spagna, Turchia e nel Regno Unito, per verificare che le persone rispettassero le norme del confinamento e di distanziamento sociale. Il commento di Andreas Vou su Vox Europ.

Le misure tecnologiche adottate in Europa