Coronavirus, in Croazia l'economia batte la sanità

Coronavirus, in Croazia l'economia batte la sanità

I calcoli per salvare il bilancio aprendo le frontiere e sciogliendo le restrizioni imposte dal coronavirus per avere più turisti possibile sono rischiosi. Il mio collega Viktor Ivančić, dell’ex settimanale Feral Tribune lo descrive come un esempio della politica della “bioeconomia sostenibile” attuata dal governo croato. Secondo la definizione ironica di Ivančić, questa "bioeconomia sostenibile" si basa sulla premessa che è responsabile e razionale permettere il decesso di un gruppo di persone di Covid-19, se questo impedisce al resto della popolazione di morire di fame. Nel caso si pensi che questi siano dei calcoli tipicamente croati, basta considerare l'approccio simile in Svezia, dove il benessere della maggioranza è soppesato con la sofferenza dei più vulnerabili. Il commento di Slavenka Drakulić su Vox Europ.

La bioeconomia sostenibile della Croazia e le responsabilità sull'aumento dei contagi in Europa