Il comunismo a Pechino ha scoperto Keynes

Il comunismo a Pechino ha scoperto Keynes

Cina. “Nella riduzione della povertà intervengono funzionari di contea, gruppi di lavoro e segretari di villaggio”, spiega Zhang. “Nei villaggi ci sono quadri che sono specificamente responsabili del programma, che pianificano le misure con la sezione locale del partito. Si convocano assemblee dei residenti e si decide come migliorare l’ambiente o l’economia, per esempio piantando alberi. Quest’anno i contadini ne hanno piantati tantissimi e sono stati pagati a giornata, 120 o 150 renminbi presi dai fondi collettivi del villaggio”. Nelle campagne oggi l’imperativo è quello di preservare l’ambiente mentre si rincorre lo sviluppo. “C’è il famoso detto del presidente Xi Jinping: acqua limpida e montagne verdi valgono come oro e argento”, aggiunge. Il commento di Gabriele Battaglia su Internazionale.

Come il PCC affronta i gravi problemi della cresciuta povertà