Bielorussia, la dittatura di Lukašenko ha i giorni contati?

Bielorussia, la dittatura di Lukašenko ha i giorni contati?

Le dittature che cercano di operare dietro la facciata delle elezioni “libere” devono mantenere un certo livello non soltanto di paura, ma anche di competenza. Tuttavia la credibilità di Lukašenko sembra aver cominciato a sgretolarsi. Una manifestazione contro il regime organizzata a Minsk il 19 luglio ha coinvolto circa diecimila persone. Appena undici giorni dopo, un nuovo evento organizzato nella capitale ha attratto 63mila persone. Lukašenko potrebbe davvero perdere al ballottaggio, a meno che non si verifichino brogli su larga scala. In caso di sconfitta, però, il rischio è quello di un'esplosione della violenza, perché il dittatore non ha alcuna intenzione di farsi da parte alla tenera età di 65 anni. Se uscirà di scena, lo farà combattendo.Il commento di Gwynne Dyer su Internazionale.

Bielorussia, la democrazia non abita qui