La Turchia di Erdogan sull'orlo del baratro

La Turchia di Erdogan sull'orlo del baratro

La strategia di Erdogan e di suo genero, il ministro di Tesoro e Finanze Berak Albayrat, è semplice, e di fatto punta a prendere tempo, anche se non è chiaro attendendo cosa, visto che la pandemia ha resto tutto terribilmente complicato. (...) Per calciare più in là la lattina, la banca centrale turca ha messo in piedi uno schema piuttosto bizantino (appunto) ma che si riconduce ad un solo obiettivo: prendere a prestito dalle riserve valutarie detenute dai cittadini turchi: pari a circa 230 miliardi di dollari, come protezione di valore rispetto ad una valuta nazionale debole. E il gioco prosegue.Il commento su Phastidio.

Erdogan è disperato in patria e cerca rifugio con manovre spericolate