Londra teme un doppio shock, Brexit + Covid 19

Londra teme un doppio shock, Brexit + Covid 19

I diplomatici britannici, negoziatori ammirati e temuti, tengono ancora le carte coperte al tavolo della trattativa con l’Ue sulla Brexit e non si scompongono dinanzi ai tempi sempre più stretti per arrivare a un accordo. Ma sanno che se il negoziato si chiudesse con un nulla di fatto (no deal), a pagare il prezzo più alto sarebbe il Regno Unito. (...) L'Europa vorrebbe un accordo quanto più ambizioso, per salvaguardare alcuni raccordi importanti con il Regno Unito anche dopo il divorzio. Londra è meno motivata, ancora illusa da una relazione speciale con Washington. Le considerazioni di Michele Valensise su Huffington Post.

Nelle nebbie il futuro prossimo dalla Gran Bretagna