Usa 2020, non solo presidenziali, anche Senato in ballo

Usa 2020, non solo presidenziali, anche Senato in ballo

Dalle elezioni di medio termine del 2018 il Partito Repubblicano controlla il Senato con cinquantatré seggi su cento. Il Partito democratico controlla i restanti quarantasette seggi, anche se i senatori democratici sono quarantacinque. Questo perché i due senatori indipendenti, Bernie Sanders e Angus King, si schierano sempre con i democratici. Ne consegue che a novembre, i democratici per riconquistare il Senato devono guadagnare almeno quattro seggi, oppure tre più la vicepresidenza, perché quest’ultima ha diritto di voto in caso di parità. I repubblicani, per conservare il controllo del Senato, non devono perdere più di due seggi che salgono a tre nel caso in cui Mike Pence sarà confermato vicepresidente. Il commento di Lucio Martino su Formiche.

Presidenziali Usa, c'e' anche da rinnovare 1/3 del Senato