Presidenziali Usa, Bloomberg all'attacco di Trump

Presidenziali Usa, Bloomberg all'attacco di Trump

Gli attacchi dei concorrenti democratici sono un chiaro indice che Bloomberg può divenire un forte candidato della corrente moderata-liberal che nell’insieme (Biden, Buttigieg, Klobuchar) sta raccogliendo maggiori consensi dei radicali (Sanders e Warren). Anche nel confronto finale con Trump, l’ex sindaco di New York è considerato un candidato che prevale per molti punti. (...) Bloomberg è un capitalista liberal che si è impegnato, nel caso di elezione, a vendere tutte le sue società in modo da non entrare in conflitto di interesse; che ha promesso di mettere il suo denaro a disposizione di qualsiasi altro candidato riceverà la nomination democratica; che è l'unico a combattere a viso aperto per il controllo delle armi, un tema sensibile per gli americani su cui la maggiore lobby del paese, la National Rifle Association, ha condizionato le elezioni di ogni ordine. Il commento di Massimo Teodori su Huffington Post.

Trump ha una grande paura di Bloomberg