Trump, via libera ad Erdogan per l'invasione della Siria

Trump, via libera ad Erdogan per l'invasione della Siria
Di nuovo gli errori dell'Iraq. Si è combattuto e si combatte per liberarsi. O per solidarietà verso i curdi e contro la piaga dell’Isis, minaccia anche per l’Occidente. Nel Rojava dove Erdogan intende aggredire il suo «problema curdo» e spedire, in prospettiva, parte degli oltre 3 milioni e mezzo di siriani riparati in Turchia dal 2011, vivono anche assiri, turkmeni, arabi, distinti anche tra minoranze religiose yazide e cristiane. Chi abita la regione autonoma è contro l’invasore turco e la violenza dei ricollocamenti di migliaia di siriani in gran parte originari di aree più meridionali. Creare questa miscela, nella Siria appena e solo precariamente pacificata, «è come ripetere l’errore. Il commento di Barbara Ciolli su Lettera 43.


Trump da l'Ok ad Erdogan per l'attacco ai curdi siriani