Cambiamo l'Europa per rafforzarla

Cambiamo l'Europa per rafforzarla

Non per indebollirla. E per far trionfare i sovranismi. Parliamo di Europa e vediamo solo austerità, dando per scontato tutto quello che oggi abbiamo. Eppure non lo è. Basta andare a Schengen. È un piccolo villaggio del Lussemburgo, ma lì è stato firmato l'accordo che ha spalancato le nostre esistenze: in qualunque momento possiamo decidere dove andare a vivere, studiare o lavorare senza l'obbligo di passaporti, visti e permessi. L'abolizione dei controlli doganali ha cancella to le burocrazie e incrementato il commercio. Ed è merito della Comunità economica europea, divenuta poi l'Unione: senza di lei quell'accordo, a cui aderiscono 26 nazioni, non esisterebbe. Il Data Room di Milena Gabanelli sul Corriere della Sera.

Non si può distruggere il sogno europeo di 500 milioni di persone!