Le bombe italiane sullo Yemen

Le bombe italiane sullo Yemen

Non possiamo dire di non sapere. Persino il pubblico della Rai lo sa, visto che la tv di Stato ha trasmesso già tempo fa il documentario “Doppia Ipocrisia” incentrato sulla fabbrica italiana di armi RWM a Domusnovas, Sardegna, filiale della tedesca a Rheinmetall (“il metallo del Reno”), uno dei colossi tedeschi nella produzione di armamenti. Di più: il documentario ha pure ricevuto il premio Roberto Morrione, uno dei pochi che finanziano gli under 31, dedicato a un collega che quasi 20 anni fa fu anche il primo a portami a Rainews. La doppia ipocrisia del titolo è immediatamente evidente. Dopo l’assassino del giornalista saudita Jamal Khashoggi, il cui mandante secondo la Cia è il principe Mohammed bin Salman, la cancelliera Merkel ha dichiarato che la vendita di armi ai sauditi rimarrà ferma fino a quando la vicenda non verrà chiarita. In realtà l’export tedesco continua con le filiali estere della Rvm (una è anche in Sudafrica). L'editoriale di Alberto Negri sul sito Linkiesta.

Disastro Yemen, le responsabilità del'Italia