Il gioco d'azzardo di Londra costerà caro agli inglesi

Il gioco d'azzardo di Londra costerà caro agli inglesi

A Londra è in atto un dramma di proporzioni storiche. La decisione di uscire dall’Unione europea (Ue), presa con il referendum del 23 giugno 2016, ha attivato una catena di eventi che nessuno è in grado di governare. Certamente, in quella decisione, un ruolo importante è stato esercitato da giocatori d’azzardo (come Nigel Farage) che hanno convinto il 51,89 per cento degli elettori che Brexit avrebbe portato il Paese verso un futuro radioso. Tuttavia, dietro quel dramma, c’è il fallimento di una intera classe dirigente. Essa ha commesso diversi errori. Due in particolare. Il commento del prof. Sergio Fabbrini su Il Sole 24 Ore.

Brexit, il segno di un fallimento in salsa londinese