L'incapacità di incidere nella realtà da parte della politica

L'economista premio Nobel Spence

Le istituzioni costruite nel tempo limitano le possibilità di leader politici e legislatori di influenzare l’economia. Se da un lato queste istituzioni possono ostacolare l’attuazione di politiche positive, esse servono anche a ridurre al minimo i rischi economici e d’investimento. Sul fronte internazionale in particolare, i politici non possono facilmente determinare un’inversione radicale ed immediata dei modelli di globalizzazione che si sono affermati negli ultimi decenni. L'analisi Michael Spence su Il Sole 24 Ore.

L'economia cresce, la politica langue