L'Europa ha paura di Erdogan

L'Europa ha paura di Erdogan

Nell’Unione europea, a parte qualche isolato insulto, domina invece il linguaggio anchilosato della cautela circospetta, del dire e non dire, del dire non per prendere ma per rinviare la decisione in merito a ciò di cui si discute. Spesso il linguaggio di chi talora non vuole apparire troppo europeo per timore di critiche nel proprio Paese. L'editoriale di Claudio Magris sul Corriere della Sera.

La "troppa" pazienza della Ue con la Turchia di Erdogan