Siria, Donald e Vladimir ai ferri corti

I bombardamenti missilistici su Damasco effettuati a partire dalle tre ora italiana dagli eserciti americano, inglese e francese, mirati finché si vuole, rappresentano un nuovo picco nel'escalation di tensione tra Washington e Mosca. E saranno gravidi di conseguenze, temiamo, di cui la popolazione siriana rischia di pagare il prezzo più…
Leggi tutto...

Medioriente in fiamme, che faranno Trump e Putin?

Di fronte all'ipotesi di una possibile guerra di prossimità tra Stati Uniti e Russia, che si intreccia con una possibile recrudescenza del conflitto tra musulmani sciiti e sunniti, con Israele terzo incomodo, bisognerebbe essere estremamente prudenti. Lo diciamo senza alcuna simpatia per Putin o per Assad. Molto più semplicemente, perché…
Leggi tutto...

Trump lascia il Medioriente a Putin ed Erdogan

Putin ha chiuso la pagina del bolscevismo e ha definito la propria zona d’azione, non più l’Europa dei Balcani ma il Medioriente dei conflitti e l’Unione Economica Euroasiatica. Accantonando l’idea di rimettere in forza il Patto di Varsavia, troppo dispendioso e burocratico. Preferendo una fase di condivisione con Turchia e…
Leggi tutto...

Brexit, la favola di un secondo referendum

L’opinione pubblica britannica continua ad essere divisa su Brexit, cresce l’interesse per un nuovo referendum, la soft Brexit perde consensi. Durante il dibattito referendario i “brexiter” avevano giurato, sperticandosi, che l’uscita avrebbe salvato dal collasso la sanità, messo un freno alla libera circolazione, sancito l’immediato abbandono della giurisdizione della Corte…
Leggi tutto...

Le mosse di Trump che inguaiano l'Europa e non solo

«Quando compriamo all’estero – disse Abramo Lincoln– noi riceviamo i beni e gli stranieri ricevono il denaro, quando compriamo nel nostro Paese, otteniamo sia i beni sia il denaro». L'editoriale di Gianni Toniolo su Il Sole 24 Ore. I dazi non risolvono il problema, lo aggravano
Leggi tutto...