Hanno ancora senso gli stati-nazione?

Lo stato-nazione oggi ha ancora senso? Probabilmente nei prossimi mesi non assisteremo alla moltiplicazione di microstati e piccole patrie all’interno dell’Unione, come qualcuno aveva paventato dopo l’inizio della crisi catalana. Tuttavia è chiaro che lo stato-nazione, pur invocato da molti, a destra come a sinistra, è ormai svuotato di potere…
Leggi tutto...

Combattere la disuguaglianza di genere

Nascere donna? Un handicap in troppi Paesi. Nella lotteria della vita, nascere femmina in un Paese povero ti pone in una condizione di doppio svantaggio. Nei Paesi poveri le donne sono il gruppo demografico che presenta la maggiore incidenza globale di povertà, oltre alle peggiori condizioni di salute, il minor…
Leggi tutto...

No Ema a Milano, schiaffo all'Italia

È gravemente miope la speranza di quegli italiani che festeggiano la debolezza tedesca, invece di preoccuparsi dei nuovi equilibri (o squilibri) che potrebbero disegnarsi in una Europa senza guida. E con Trump dall’altra parte dell’Atlantico. L'editoriale di Franco Venturini sul Corriere della Sera. Ema ad Amsterdam grazie a testa o…
Leggi tutto...

Germania senza governo, per l'Ue altri guai

Un altro problema per l'Unione Europea. La Germania in stallo. ... L’irruzione sulla scena del neo-nazionalismo tedesco sotto i colori della xenofobia e dell’anti-europeismo e il suo implicito potenziale di condizionamenti e ricatti sulle altre forze politiche hanno sconvolto tutte le carte in tavola. Esponendo la Germania, altro primato dal…
Leggi tutto...

I partiti muiono, un po' ovunque

Oggi, anche i grandi partiti politici dell'Occidente e di alcuni Paesi in via di sviluppo sembrano votati all'oblio. Ma se lo sgretolamento del Pcus era nella logica delle cose – il decreto di Eltsin fu emanato pochi mesi prima del crollo dell'Unione – il declino dei grandi partiti politici di…
Leggi tutto...