Eliseo, i francesi si preparano al ballotaggio

Oggi il leader più votato dalle classi operaie è Marine Le Pen, con il 34% dei consensi e, in sè non è una sorpresa; la quale però è seguita da Jean-Luc Mélenchon che raccoglie il 24% dei consensi, staccando di ben 10 punti Macron fermo al 14%. I politologi sostengono…
Leggi tutto...

Macron non è Renzi

Emmanuel Macron non è Renzi (meno che mai un giovane Berlusconi). Non è né il nuovo che avanza né un politico senza esperienza. Ha soltanto capito, ma questa è una lezione importantissima, per tutti, che era cosa buona e giusta sfidare chi non si mostrava sufficientemente europeista e che, in…
Leggi tutto...

I francesi non amano nè Macron nè Le Pen

Innanzitutto, due grandi cadaveri riversi. Quello del Partito socialista, che ha impiegato dieci anni per prendere atto della propria disfatta, per quanto annunciata. Ma anche quello di Les Républicains, o del Rassemblement pour la République, o dell’Union pour un mouvement populaire, non so più, c’è da confondersi: tutti questi nomi…
Leggi tutto...

Presidenziali in Francia, Ue in un bivio

Le istituzioni Ue mostrano, da tempo, i segni dell’usura: spesso rispondono con difficoltà e lentezza alle sfide di un mondo globalizzato; serpeggia l’insoddisfazione; la collaborazione cede il passo alle contrapposizioni. Nel dibattito politico, le voci critiche tendono a prevalere; anche in Italia, attaccare l’Unione sembra pagare in termini di consenso.…
Leggi tutto...

Presidenziali in Francia, Europa con il fiato sospeso

La Francia rappresenta, in questo momento, l’ideale cerniera di un continente inquieto, che somma al proprio interno le tensioni che investono l’Europa del Sud e l’Europa del Nord. Da un lato, gli effetti prodotti dalla crisi economica, anzitutto sul fronte occupazionale, che accomunano il quadro francese a quello dell’Europa mediterranea.…
Leggi tutto...