Il mondo in drammatica confusione, il populismo dilaga

La Brexit è stata resa possibile dall'ex premier David Cameron che, dopo essere stato il secondo leader conservatore dopo la Thatcher a essere riconfermato primo ministro in seguito a un primo mandato di cinque anni, ebbe la brillante idea di lanciare il referendum, convinto di vincerlo. E invece lo perse. …
Leggi tutto...

L'Europa, un vaso di coccio tra Usa e Russia

Nel 2008 Barack Obama ha piazzato in Romania e Polonia un sistema missilistico puntato verso Est e ci ha detto che serviva a proteggerci dai missili dell'Iran. Certo, ci prendeva per i fondelli, non si capiva perché l'Iran avrebbe dovuto fare la guerra all'Europa. Però abbiamo sorriso e deglutito. Il…
Leggi tutto...

Tempesta sui mercati finanziari, May in difficoltà

Dei patemi della vispa Theresa May non importa a nessuno. Ma in questa vicenda c'è una lezione che riguarda tutti noi europei. Ed è questa. La Brexit, ovvero l'uscita dall'Unione Europea, è una questione complicatissima. Andarsene non è né giusto né sbagliato in sé, ma presenta una serie di problemi…
Leggi tutto...

Sauditi, Emirati e le bombe sullo Yemen

«In risposta all’assassinio di Jamal Khashoggi e ai bombardamento del regime nello Yemen», il governo finlandese ha ritenuto giusto allargare la black list sull'export di armi anche gli Emirati Arabi. Aggiunta tutt'altro che insignificante, visto che di armi agli Emirati Arabi i Paesi occidentali ne vendono parecchie, e che le…
Leggi tutto...

L'Europa al servizio degli Stati Uniti

L'Europa sta dimostrando di non avere un'identità. E' palesemente costretta a deglutire qualunque boccone gli Stati Uniti ci facciano ingoiare, fa finta di credere che il nemico sia lì, appena passato il Baltico, pronto a saltarci addosso. È l'alibi che giustifica le nostre debolezze. Quando a Washington serviva che tirassimo…
Leggi tutto...