Europa ingannata da Erdogan

  • Pubblicato in Esteri

Bruxelles ha tenuto fuori i turchi dall’Unione che però sono entrati in un nuovo mondo, dalle prospettive incerte per loro e oscure per noi. Ankara non è più stabilmente nel campo occidentale, dove pure è un membro storico della Nato, ma un Paese che per fronteggiare la sconfitta nella guerra siriana ha dovuto allearsi con la Russia di Putin e venire a patti con l’Iran sciita, per il momento il vero vincitore dei conflitti mediorientali. L'editoriale di Aberto Negri su Il Sole 24 Ore.

Questione migranti, problema ancora irrisolto

Leggi tutto...

Renzi è emarginato in Europa, un problema per l'Italia

«A Renzi l’Europa interessa poco, ai Consigli europei è palesemente annoiato, non gli piacciono i rituali, i meccanismi, il modo di lavorare. Attacca questo e quello, ma poi si spazientisce con i dettagli, che sono tutto, e si estranea. Il premier pensa di poter esportare in Europa i due capisaldi della narrazione che lo vede vincente in Italia: la rottamazione e le riforme con cui sta cambiando il Paese. Ma il problema è che nell’Unione ci sono 28 Stati sottoposti a stress politici anche superiori a quelli dell’Italia. Cosa vuole che gliene importi agli spagnoli della riforma del Senato, quando loro rischiano la secessione della Catalogna? Dire che l’Italia è più forte perché ha fatto le riforme non impressiona nessuno. Pensi a Grecia, Portogallo, Irlanda. O per un’altra ragione alla Francia, alle prese con il terrorismo e il Front National». L'articolo di Paolo Valentino sul Corriere della Sera.

Spiegate le fragilità dell'Italia In Ue

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS