I sovranisti a Palazzo Chigi, i professori in un angolo

L'informazione italiana, oramai, è una specie di circo in cui viene pubblicato "quasi di tutto" con un comun denominatore: il rigetto, la negazione, infatti il disprezzo, per quello che comunemente chiamiamo "cultura" o "scienza" o "ricerca accademica". Questo arrogante rigetto/disprezzo porta al potere mediocrità ed avventurismo, che distruggono il paese. Questo fenomeno è particolarmente accentuato nel campo dell'economia dove il mio "quasi tutto" va inteso come: tutte le follie possibili ma quasi mai qualcosa di sensato. Da circa un decennio (era iniziato prima: questo blog nacque come reazione all'andazzo che osservavamo già nel 2005) il tema dominante è diventato: i "professori" sono una banda di inutili che non hanno capito niente dei sistemi economici, vi spieghiamo noi come funzionano. L'abbiamo appreso alla celebre "università della vita". Il commento del prof. Michele Boldrin sul sito noisefromamerika.

Le bugie hanno le gambe corte, non solo quelle dei nuovi governanti

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS