La crisi della nostra Università

La crisi della nostra Università

Il nostro declino spiegato da un aneddoto universitario: un «trenta» immeritato che ci fa capire le radici di tanto conformismo e impreparazione. (...) Questa la ragione fondamentale che c’impedisce di capire le ragioni della nostra crisi interminabile e quindi di superarla: non voler vedere che essa affonda le radici in un quantità di illusioni e di errori di tanti anni fa, di decisioni sbagliate che prendemmo allora o di cambiamenti che avremmo dovuto fare e non abbiamo fatto. Mentre intorno a noi tutto cambia noi abbiamo paura di cambiare, di cambiare noi stessi per conquistare gli orizzonti di una nuova vita. Ma piuttosto che una nuova vita a noi interessa cullarci interminabilmente nella nostra accidiosa nostalgia. Il commento del prof. Ernesto Galli Della Loggia sullo stato dei nostri atenei sul Corriere della Sera.

Atenei da riformare, la meritocrazia dimenticata