La Troika guarda all'Italia con un occhio vigile

Lo spread sale sulla scia dei timori di una stretta monetaria da parte della Bce, ma nel 2022 il debito italiano e il suo rapporto con il Pil continueranno a calare. Il commento di Giuseppe Pennisi su il Sussidiario. Un problema italiano, la ristrutturazione mascherata (?) del debito
Leggi tutto...

È allarme recessione, Italia commissariata?

Dove saremmo senza Francoforte? Lo scopriremo presto, salvo follie di Christine Lagarde o cedimenti improbabili del fronte dei falchi: il 31 marzo, la pacchia del Pepp finisce. Se tutto andrà al meglio, si resterà con 40 miliardi a regime in dotazione all'App per il secondo trimestre, destinati poi a scendere…
Leggi tutto...

I tedeschi pronti ad asfaltare i piani di Draghi e Macron

La Germania ha accentrato i fondi richiesti per il Pnrr a sole due filiere produttive ed economico-sociali (nell'ambiente e nel digitale), così la Francia (ad esse ha aggiunto l’inclusione sociale), mentre invece l’Italia li ha dispersi in ben sei filiere, senza aver mai saputo neppure spendere i fondi Ue e…
Leggi tutto...

La Bce con spalle al muro? Incubo del 2011 per l’Italia

C’è davvero da aver paura, perché siamo di fronte a una Banca centrale totalmente impotente e paralizzata dalle scelte compiute finora. Spalle al muro. E il rischio è che la componente rigorista guidata dalla Bundesbank si trovi costretta a spostare la propria azione di dissuasione normalizzatrice su un altro tavolo…
Leggi tutto...

Yellen, Draghi e la guerra ad Omicron

Mario Draghi (nostro presidente del Consiglio) e Janet Yellen (che guida la Federal Reserve americana) hanno diversi tratti in comune. Alcuni di questi hanno implicazioni non solo per loro due, ma anche per i rispettivi Paesi. Entrambi hanno studiato a metà degli anni settanta, fanno parte della stessa generazione. E…
Leggi tutto...