Di Maio, Salvini e Meloni politici senza laurea

Silvio Berlusconi, l’anziano leader della destra rinfaccia al candidato del M5S Luigi Di Maio quei due «buchi» nel curriculum, facendone strumento di propaganda, dovrebbe ricordare che non solo ha accusato per anni vari alleati d’essere mestieranti dediti solo alla politica (vedi Bossi) ma che i suoi due principali appoggi di oggi hanno esattamente gli stessi «buchi». Non è laureata, non ha mai avuto un lavoro stabile (baby sitter da Fiorello?) e ha una poltrona politica da quando aveva 22 anni (consigliera provinciale) Giorgia Meloni. E non è laureato (14 anni fuori corso), non ha mai avuto un lavoro fisso (qualche mese in un fast food Burghy?) e ha una poltrona politica da quando aveva 20 anni (consigliere comunale) Matteo Salvini. Della serie travi e pagliuzze… L'editoriale di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

I leader non laureati della oolitica italiana, non solo Di Maio

Leggi tutto...

Boldrin: "Il nostro non è il migliore dei mondi possibili"

Povera Italia! Il ventennale declino continuerà per svariati anni ancora - non sarà questa stitica ripresa tirata dall'estero e dalla ECB ad invertirlo - esso va ripensato storicamente. Mi appare, oggi, la conseguenza inevitabile del combinarsi dei processi di cambiamento tecnologico e di globalizzazione e della maniera in cui, a partire dalla fine degli anni '60, le elite italiane vi hanno mal-condotto il paese. In questo processo, che durerà longtemps, di riallocazione mondiale di risorse, talenti, tecnologie e produzioni, l'Italia si è candidata (per i fattori fissi che ha scelto far propri) ad essere un produttore di beni e servizi di bassa qualità ed a crescita lenta. L'editoriale del prf. Michele Boldrin sul sito www.noisefromamerika.org.

Inarrestabile il declino dell'Italia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS