Prove di un governo improbabile Di Maio-Salvini

Luigi Di Maio, il capo pentastellato, ha promosso alla Presidenza della Camera Roberto Fico, solo pochi mesi fa dissidente sull'orlo dello strappo, il centrodestra ha eletto al Senato una esponente di FI, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Ma non c'è dubbio che ad uscirne sconfitto sia ancora una volta Silvio Berlusconi. Snobbato dai 5 Stelle e messo all'angolo da Salvini che, alla prima occasione utile, ha fatto sapere chi comanda nel centrodestra. La scelta di sostenere unilateralmente la forzista Bernini, nel venerdì di Palazzo Madama, ha scatenato l'ira di FI, che sembrava pronta a rompere l'intesa. La notte ha poi portato a una ricomposizione della frattura. Il commento di Fabio Bordignon sul Messaggero Veneto.

Alla (impossibile) prova del governo M5S-Lega

Leggi tutto...

Hanno prevalso gli estremisti

Molti politici sono persuasi che si debba procedere nella direzione di fare un'ennesima riforma elettorale. Consiglierei di non illudersi. Non si troveranno facilmente in Parlamento i numeri per una tale riforma. 5 Stelle e Lega sono stati premiati dal sistema elettorale ora vigente. Sarebbero sciocchi se accettassero di cambiarlo. Squadra vincente non si cambia. Né si cambiano le regole del gioco che ci hanno fatto vincere. L'editoriale di Angelo Panebianco sul Corriere della Sera.

Effetti del 4 marzo 2018: il centro svuotato

Leggi tutto...

Apocalisse elettorale, trionfo Lega e M5S

Matteo Salvini è il vero vincitore morale di questa campagna elettorale, ed è nuovo padrone del centrodestra, il segretario che ha preso la Lega al 4% e l’ha portata a quintuplicare il proprio consenso - decida di diventare il junior partner di un’alleanza con i Cinque Stelle, con il rischio concreto di vedere il proprio consenso - fagocitato o dissipato - in balia dei risultati di governo di Luigi Di Maio e soci. Il commento di Francesco Cancellato sul sito www.linkiesta.it.

Debacle di Renzi e del Pd, vittoria di Di Maio e Salvini

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS