Fca chiede soldi, ma saranno restituiti? Alitalia insegna

Nel pieno del polverone suscitato dalla decisione di Fca di ricorrere al decreto liquidità per un prestito garantito dalla Sace (lo Stato cioè i contribuenti) di 6,3 miliardi di euro per la sua consociata Fca Italy, nessuno si è posto in questi giorni una domanda chiave. Quei soldi una volta ottenuti saranno alla fine del triennio anche restituiti? O si rischia di fare la fine deli innumerevoli prestiti-ponte pubblici fatti, solo per fare un esempio ad Alitalia, e mai rimborsati? Può sembrare una provocazione, ma molti indizi portano lì. Il commento di Fabio Pavesi su Affari Italiani.

La furbizia di John Elkann, soldi dall'Italia, tasse pagate all'estero

Leggi tutto...

Cnel sotto l'occhio del ciclone Renzi, da rottamare subito

Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro è un organismo costituzionale che ha tradito i suoi compiti. Per di più da l'impressione di abusare del suo petere, distribuendo consulenze che dovrebbe elaborare in loco, chiamando i soli noti con lauti compensi ad effettuare studi in nome e per conto del Cnel. E' sacrosanto che il premier, riconoscendone ormai  l'inutilità, lo voglia abolire. Non serve più a niente. In tanti anni non ha presentato alcuna proposta di legge (una ogni quattro anni!). Di seguito un articolo di Fabio Pavesi su Il Sole 24 Ore.

Il Cnel è una fonte di sprechi inutili

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS