I tedeschi pronti ad asfaltare i piani di Draghi e Macron

La Germania ha accentrato i fondi richiesti per il Pnrr a sole due filiere produttive ed economico-sociali (nell'ambiente e nel digitale), così la Francia (ad esse ha aggiunto l’inclusione sociale), mentre invece l’Italia li ha dispersi in ben sei filiere, senza aver mai saputo neppure spendere i fondi Ue e ora dovendo articolare con rapidità e sapienza i mille rivoli delle richieste a debito e a sussidio. Il commento del prof. Giulio Sapelli su il Sussidiario.

Attenti alla Germania del dopo-Merkel!

Leggi tutto...

Ticket Draghi (Colle)-Giorgetti (Premier) con l’ok degli Usa

A Draghi tocca l’onere di indicare la soluzione in grado di portare la legislatura alla sua fine naturale della primavera 2023. Circolano in merito diverse ipotesi. Due sono tecniche, Marta Cartabia e Daniele Franco, ma sembrano troppo deboli per reggere, anche con il poderoso ombrello di un Draghi capo dello Stato (...) C'è anche un'ipotesi più politica che avrebbe senso, quella di Giancarlo Giorgetti, il più draghiano dei ministri, e non solo di quelli della LegaIl commento di Anselmo Del Duca su il Sussidiario.

Draghi al Colle e Giorgetti premier?

Leggi tutto...

Draghi al Quirinale e Franco a Palazzo Chigi?

La prima sconfitta di queste amministrative è la politica, visto che tre italiani su cinque hanno preferito restare a casa, nonostante si trattasse di scegliere i sindaci, l’istituzione più vicina ai cittadini. Poi c’è il centrodestra, che esce a pezzi da questa tornata elettorale, e nei ballottaggi segna il gol della bandiera solo a Trieste, con Roberto Di Piazza eletto per la quarta volta alla guida del capoluogo giuliano. Il commento di Anselmo Del Duca su il Sussidiario.

Amministrative in archivio, ora la battaglia per il Colle

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS