Cnel sotto l'occhio del ciclone Renzi, da rottamare subito

Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro è un organismo costituzionale che ha tradito i suoi compiti. Per di più da l'impressione di abusare del suo petere, distribuendo consulenze che dovrebbe elaborare in loco, chiamando i soli noti con lauti compensi ad effettuare studi in nome e per conto del Cnel. E' sacrosanto che il premier, riconoscendone ormai  l'inutilità, lo voglia abolire. Non serve più a niente. In tanti anni non ha presentato alcuna proposta di legge (una ogni quattro anni!). Di seguito un articolo di Fabio Pavesi su Il Sole 24 Ore.

Il Cnel è una fonte di sprechi inutili