Il nuovo potere che sta nascendo sotto i soldi della Bce

Il nuovo potere che sta nascendo sotto i soldi della Bce

Scenario Ue. Parla Chris Foster, trader di lunga esperienza: ''La Fed e la Bce ormai guardano più le borse dell'inflazione. Rispondono in modo molto diretto agli shock azionari che possono trasmettersi al mercato dei bonds e al credito in generale. Il messaggio, lo ripeto, è stato chiaro: "Faremo di tutto per evitare un altro mese di marzo" (dove molti indici hanno perso più del 35%, ndr). Quindi, come sempre, i catastrofisti di professione hanno pensato di essere più furbi del mercato e oggi dicono che è tutto irrazionale solo per non avere ascoltato il messaggio a chiare lettere dei policy makers, soprattutto Fed e Bce. (...) Ci vorranno forse dieci anni per tornare indietro da questi sei mesi. Chi controlla il potere nazionale (e magari influenza anche  quello comunitario) sta imponendo controlli diretti e indiretti su una forte fetta delle economie nazionali attraverso nomine, leggi, regolamenti per l’allocazione di fondi. Vedo chiaramente l’implementazione di un approccio di moral suasion senza precedenti. Il modo migliore è centralizzare, regolamentare, nominare e poi, detto in modo poco elegante, ricattare per evitare “deviazioni” dalla via tracciata''. L'intervista raccolta da Federico Ferraù per Il Sussidiario.

Governi europei sull’orlo di una crisi e via con overdose di statalismo e dirigismo