La mani di Conte sull'Eni, fuori De Scalzi, dentro Cattaneo

La mani di Conte sull'Eni, fuori De Scalzi, dentro Cattaneo

Secondo quanto abbiamo appreso, una decina di giorni fa Travaglio avrebbe chiesto e ottenuto un colloquio con Giuseppe Conte a Palazzo Chigi: i rapporti fra i due sono diventati così stretti che il presidente del Consiglio non ha esitato a ricevere subito il giornalista nel suo studio. Travaglio avrebbe rivelato a Conte, ben prima della richiesta di condanna dei ok milanesi, che Descalzi tra settembre e dicembre sarà condannato e che pertanto occorre immediatamente pensare alla sua sostituzione (poco importa al direttore del Fatto che sarebbe una condanna in primo grado). Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Una miccia nelle mani del presidente del Consiglio Conte, l'Eni