Da Bruxelles fondi anti-crisi

Da Bruxelles fondi anti-crisi

Libertà di deficit, una somma attesa attorno ai 160 miliardi di euro dal Recovery Fund europeo, i fondi comunitari della programmazione 2014-2020 che non erano ancora utilizzati per problemi di cofinanziamento resi liberamente disponibili, le risorse messe a disposizione dai fondi della Bei e del Sure per il rifinanziamento delle spese della cassa integrazione. I soldi del Mes se li vorremo. Stiamo vivendo un’epoca unica, perché dopo anni di ristrettezze di bilancio la tragedia della pandemia e il cambio di rotta dell’Unione Europea ci proiettano improvvisamente dal mondo del Fiscal Compact e dell’austerity ad un’era di ricostruzione nella quale il problema è come utilizzare al meglio risorse improvvisamente abbondanti (non senza sapere che usi sconsiderati potranno creare problemi di rientro dal deficit e dal debito in futuro). Il commento del prof. Leonardo Becchetti su Avvenire.

Arrivano tanti soldi dall'Europa (che non è più matrgna)