Fantasma l'85% degli investimenti nel mondo

Fantasma l'85% degli investimenti nel mondo

Vari centri studi, tra cui quelli dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e del Fondo monetario internazionale, ritengono che ammontino a oltre 40.000 miliardi di dollari. Però, di questi, almeno 15.000 miliardi, pari a quasi il 40% del totale, sarebbero “investimenti fantasma”, registrati in alcuni Paesi noti come dei paradisi fiscali, allo scopo, soprattutto, di evitare di pagare le tasse o per pagarne il meno possibile. La situazione, anche in questo campo, invece di essere stata sottoposta a controlli e a restrizioni, è peggiorata dopo la Grande Crisi del 2008, quando la percentuale era del 30%. Il commento di Mario Lettieri e Paolo Raimondi su Linkiesta.

Cambiare le regole europee, non ci sono alternative