Evitare l'infezione economica_5

Le misure messe in campo dall’Inps per 11 milioni di italiani

"Sono sicuro che è importante soprattutto il reddito delle famiglie, pensando un po' meno al debito pubblico", dice Pasquale Tridico, presidente di quell'Inps che nel fronteggiare l'emergenza del Covid-19 gioca un ruolo fondamentale. "Sì, perché col decreto Cura Italia siamo stati incaricati dal governo di elargire tutte le misure messe in campo. Si tratta di prestazioni che riguardano circa 11 milioni di persone, per un ammontare di 10 miliardi di risorse. Una parte importante di queste va alla cassa integrazione, specie quella in deroga: uno strumento, cioè, che sostiene tutte le aziende andate in crisi per il coronavirus. La scorsa settimana siamo dunque stati investiti di un onere importante, considerando anche i disagi che i nostri lavoratori dell'Inps, come tutti gli altri cittadini italiani, stanno affrontando. Poi c'è un'altra partita, che riguarda i bonus agli autonomi: gli indennizzi per i professionisti e le partite Iva, per i lavoratori del turismo e dello spettacolo, quelli del settore agricolo e poi commercianti e artigiani. Per tutti loro, circa 5 milioni di persone, sono previsti dei sussidi di 600 euro come forma di basic income, erogata dunque senza un procedura di controllo del reddito. In questi giorni stiamo cioè allestendo una procedura molto simile a quella del reddito di cittadinanza, ma molto friendly e cioè senza controlli e senza filtri particolari. Pagheremo nel più breve tempo possibile, tenendo conto che il rdc ha richiesto due mesi per circa 2,5 milioni di persone; qui abbiamo fatto tutto in dieci giorni, e già ad aprile contiamo di erogare sia gli indennizzi sia la cassa integrazione in deroga e straordinaria. E poi, ovviamente, per circa 220 famiglie ci sarà il bonus baby sitter, alternativo al congedo parentale, che l'Inps caricherà direttamente sul cosiddetto 'libretto famigliare' a cui gli aventi diritto avranno accesso potendo lì registrare la loro baby sitter e ricevere i 600 euro mensili". Psquale Tridico, presidente dell'Inps

 p>"