Flat tax, spending review, allarme a Palazzo Chigi

Flat tax, spending review, allarme a Palazzo Chigi

Nei tempi neanche troppo remoti allorquando Lega e M5s erano all’opposizione, risultava un tema assai gradito ai rispettivi leader il taglio delle spese (a loro avviso) inutili: e non a caso entrambi arrivarono a glorificare Carlo Cottarelli. “Il Commissario alla spending review critica il governo che spende quello che non ha, e Renzi come risponde? ‘Fa niente, andremo avanti anche senza di lui’. Altro fallimento, Renzi continua a perdere colpi... Sarebbe quasi divertente, non fosse che con lui anche l’economia sta andando in vacca”. Così scriveva su Facebook, nel luglio 2014, Salvini. Di Maio, invece, si spinse fino ad adottare le ricette di Cottarelli nella campagna elettorale del 2018, promettendo di attuare quel programma (salvo poi dimostrare di non averlo neppure letto, visto che parlava di tagli alla pubblica istruzione che nel programma di Cottarelli non c’erano neppure).

Spending review al palo, le contraddizioni del governo gialloverde