Maastricht, l'Italia pretende il cambiamento delle regole

Maastricht, l'Italia pretende il cambiamento delle regole

Bruxelles richiama l’Italia all’ordine sulla sforamento del deficit, stante che i parametri di Maastricht fissano il contenimento del deficit nei limiti del 3%, e sul debito pubblico (che dovrebbe essere al 60% del Pil). Il vice premier Matteo Salvini dal canto suo rilancia: “Cambiamo le regole, rimettiamo al centro del dibattito lavoro e disoccupazione”. In una diretta Facebook dice: “Finché l’Italia non dimezzerà il suo tasso di disoccupazione scendendo dal 10 al 5%, abbiamo il diritto di investire su lavoro, infrastrutture strade scuole ospedali, sicurezza”. Per questo la Lega proporrà che i “parametri europei non siano quelli freddi impostati solo sulla finanza, che abbiamo visto che non funzionano. Bisogna cambiare visuale e mettere al centro la disoccupazione: il numero magico non è il 3 o il 2 o il 4% ma è il tasso di disoccupazione. Le regole attuali hanno fallito”. Le considerazioni di Giuliano Balestreri sul sito Business Insider.

 L'Ue deve cambiare marcia, se non vuole morire