L'austerità non paga, la crescita stenta

L'austerità non paga, la crescita stenta

Il Fiscal compact sembra essere diventato il nemico principale di quasi tutte le forze politiche. Ma è un errore. Quelle regole europee che vengono presentate come una rigida camicia imposta ai nostri conti pubblici, regole che sembrano esigere solo sacrifici, sono invece quelle che oggi possono permetterci di guardare al futuro con sufficiente tranquillità. Troppo spesso si confonde il rigore sui conti pubblici come un freno allo sviluppo. Non è vero. L'editoriale di Alberto Alesina e Francesco Giavazzi sul Corriere ella Sera.

Di diritto o di rovescio il fiscal compact ci frena. Le proposte