L'Italia non cresce e non è colpa dell'Europa

L'Italia non cresce e non è colpa dell'Europa

All’Italia toccano ben 42,7 miliardi di euro, che sommati al cofinanziamento nazionale (necessario per aprire il rubinetto europeo) portano il totale a 73,6 miliardi. Siamo il secondo Paese dell’Unione destinatario di questi denari dopo la Polonia con 104,9 miliardi di risorse previste, e che ha speso il 4,2 % delle somme a disposizione: 4,3 miliardi, il quadruplo circa degli 880 milioni utilizzati dall’Italia (l’1,2% del totale). Peraltro, soldi spesi in larghissima misura per le consulenze relative ai progetti. L'articolo di Sergio Rizzo sul Corriere della Sera.

L'Italia è incapace di spendere i fondi europei