Crisi bancaria, il dovere della trasparenza

Crisi bancaria, il dovere della trasparenza

La politica tutta, proprio tutta, che non ha fiatato in sede europea, non ha voluto aiuti quando poteva chiederli, ha avuto almeno due anni pieni per dimostrare la propria esistenza in vita, non lo ha fatto, oggi abbia la decenza di risparmiarci risvegli improvvisi a tempo scaduto, e di aggiungere confusione e polveroni su una materia così delicata. Si poteva, e doveva, fare qualcosa di più oggi con il Fondo interbancario di tutela dei depositi? Probabilmente, sì.  L'editoriale di Roberto Napolitano su I Sole 24 Ore.

L'Italia conta poco o niente in Europa