Il governo butta i soldi degli italiani dalla finestra

Ad inizio di quest'anno i vice premier Di Maio e Salvini e i loro “consiglieri economici” si sono baloccati con chiacchiere estive da social network sull’uscita dall’euro e altre idee futuribili piuttosto che provare a riflettere su come sostenere l’economia in modo pratico senza scassare i conti e far ripartire…
Leggi tutto...

L'abolizione del segreto bancario non ha prodotto risultati

A dispetto delle cifre fantasiose ventilate per inferocire il pubblico e giustificare l’introduzione di regole liberticide, i numeri di uno studio della Banca d’Italia del 2015 (Bank of Italy Occasional Papers - «What do external statistics tell us about undeclared assets held abroad and tax evasion?») dimostrano che l’esercizio è…
Leggi tutto...

L'aumento dello spread spaventa Di Maio e Salvini

Da circa sette mesi i tassi sul debito pubblico italiano sono tra i 100 ed i 200 punti base maggiori di quanto fossero stati nei tre anni precedenti e oscillano, a volte violentemente, fra 220 e 320 generando sia incertezza che lauti guadagni per chi o ben anticipa gli umori…
Leggi tutto...

Belpaese in difficoltà, governo contro gli imprenditori

La crescita zero dell’ultimo trimestre non promette nulla di buono. L’economia non può aspettare le elezioni europee per sapere da chi è governata, se da un partito che ha a cuore l’impresa o da uno che deve coltivare l’assistenzialismo. Altro che illudere con «un nuovo posto di lavoro ogni tre…
Leggi tutto...

A Palazzo Chigi dilettanti allo sbaraglio

Il governo forse farà un “ritocco” alla manovra, ma la pezza, se ci sarà, sarà peggiore del buco. Dopo i primi mesi in cui era giusto dare il beneficio del dubbio e dell’adattamento alla novità, è ora chiaro che questa manovra è frutto di dosi massicce di dilettantismo e ciarlataneria,…
Leggi tutto...