L'economista ed i gusti dei consumatori

Come reagireste se a causa del terremoto e dell’aumentata richiesta di particolari beni – come generatori elettrici, stivali di gomma, guanti e picconi – le imprese iniziassero a vendere quegli stessi beni a un prezzo maggiorato? Il commento sull'lattribuzione del premio Nobel per l'economia a Richard Thaler di Vittorio Pelligra…
Leggi tutto...

La Bce non deve aumentare il costo del denaro

L’Eurozona è sopravvissuta al duplice shock della crisi finanziaria mondiale del 2007-2009 e della crisi dell’euro del 2010-2012, e in questo momento sta vivendo una buona ripresa. Ma non ci sono motivi per lasciarsi andare all’autocompiacimento: il Pil reale procapite dell’area dell’euro ha perso un decennio. La ripresa è semmai…
Leggi tutto...

Bruxelles guarda con attenzione all'Italia

In Europa si stanno preparando riforme che influiranno sulla nostra economia molto più di tutte le leggi che in Parlamento si dibattono in queste settimane, a cominciare dalla prossima Legge di stabilità. Sottovalutarne la portata rischia di condizionare, senza che ci sia stata l’ombra di una discussione, l’attività di qualsiasi…
Leggi tutto...

Comuni e regioni, la galassia delle partecipate

La legge impone a ciascun ente di comunicare anno per anno l’entità del proprio patrimonio. L’ultima radiografia completa è dello scorso novembre su dati del 2014. Quel rapporto censisce 6.702 su 10.760 enti, ovvero tutti quelli che hanno risposto al questionario. I Comuni che dichiarano di possedere almeno una partecipazione…
Leggi tutto...

Il resto del mondo si mangia l'Europa, il rischio esiste

A fine 2015 (ultimi dati Eurostat disponibili), comunque lo stock di investimenti europei in Cina (167,9 miliardi di euro) è quasi 5 volte quello cinese in Europa (34,9 miliardi di euro), per quanto quest’ultimo sia in rapidissima crescita. Non è dunque chiaro quanto questi vincoli, se messi in atto, potranno…
Leggi tutto...