Concorso scuola, i motivi di un fallimento lungo 72 anni

Scuola. La questione da porre in discussione è l’aver deciso a fine febbraio, contro ripetute obiezioni parlamentari (ma ormai, purtroppo, il Parlamento è commissariato dal governo), di bandire, proprio nell’annus horribilis che già si sapeva segnato dai giganteschi problemi della ripartenza scolastica post-Covid, concorsi riservati e ordinari per oltre 600mila…
Leggi tutto...

I cialtroni al governo

Ci avevano detto che eravamo dei fighi pazzeschi, che il modello italiano era invidiato in tutto il mondo e altre balle casaliniane che troppi giornali si sono bevuti come acqua brillante trasformandola poi in droplet infetti per tutti, anche per gli apoti. Sappiamo tutti che cosa sta succedendo, ma pare…
Leggi tutto...

Il paternalismo autoritario di Conte domina la politica

Allo scoppiare della pandemia si era detto: ne usciremo trasformati e migliori. Oggi sappiamo di non essere cambiati per niente. Non è cambiata la sanità. Non è cambiata la scuola, ancora in attesa degli inutili banchi a rotelle. (...) Non sono cambiati i trasporti urbani, prima vera fonte del contagio,…
Leggi tutto...

E' la seconda ondata Covid! Un'estate sprecata

E' successo, siamo arrivati impreparati all’autunno. E qui, davvero la colpa è da spartire fra tutti. Responsabile è il premier Conte, i suoi ministri, le Regioni, certo. (...) Un’estate in cui è andata in scena una fantastica rimozione collettiva, quasi ad esorcizzare un ritorno del virus che alla fine c’è…
Leggi tutto...

Tre punti deboli della strategia della paura di Palazzo Chigi

L’istituzione, qualunque sia il suo colore politico, deve sempre mirare a conservare la sua autorevolezza e quindi deve sempre dare prova di specchiata competenza. La pretesa di mantenere la “distanza sociale” (un termine che è già un naufragio concettuale in quanto si tratta semplicemente di “distanza fisica”) è semplicemente irrealizzabile…
Leggi tutto...