Covid 19 costruito in laboratorio a Wuhan: le 3 prove

  • Pubblicato in Esteri

IIl Coronavirus costruito in laboratorio, rivelazione di una scienziata cinese

Il Sars-CoV-2 è sì identico per il 96% al betacoronavirus del pipistrello RaTG13, però si diversifica almeno per tre importanti regioni sulla proteina Spike (S) che lega il recettore cellulare, e che in tutti i virus, compreso quello dell’influenza, è il primo determinante della patogenicità, cioè della capacità di un virus di provocare la malattia. (...) Quindi, se si trattasse di un virus naturale dovremmo supporre che ci sia stato un passaggio dal pipistrello all'uomo in una fase molto precedente, ma non abbiamo trovato tracce di questo passaggio né esiste un virus del pipistrello che abbia queste modifiche. L'intervista a Li-Meng Yan su il Sussidiario.

La virologa cinese Li-Meng Yan, Sars-Cov-2 uscito dal laboratorio di Wuhan.

Leggi tutto...

''Ho visitato il laboratorio di Wuhan"

A marzo è stato pubblicato su Nature uno studio eseguito sul SARS-CoV-2 proprio per verificare se fosse il possibile risultato di una manipolazione. Il verdetto scientifico è stato “altamente improbabile”. A questo è seguita la pubblicazione su Lancet, una delle più prestigiose riviste di medicina, di una lettera firmata da 27 scienziati di supporto ai colleghi cinesi e in cui si respingeva la disinformazione con la quale viene riportata l’origine del virus riferendola al laboratorio di Wuhan. Il commento di Plinio Innocenzi, ordinario dell'Università di Sassari, già Addetto Scientifico presso l'Ambasciata d'Italia a Pechino, su Business Insider.

Wuhan e il Coronavirus "scappato di casa"

Leggi tutto...

Come conoscere l'origine del Coronavirus?

  • Pubblicato in Esteri
Sottoscrivi questo feed RSS