Per la Cassazione drogarsi non è più un problema

“Non costituiscono reato le attivitàdi coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica. Attività di coltivazione che per le rudimentali tecniche utilizzate, lo scarso numero di piante ed il modesto quantitativo di prodotto ricavabile appaiono destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore.” Il commento della dott.ssa Marisa Giudice su questa sentenza della Corte di Cassazione.

Si vogliono liberalizzare le droghe?

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS