A Sanremo trionfa l'inno alla droga

Il Festival di Sanremo è da sempre l’emblema della canzone italiana. Claudio Baglioni, direttore artistico di questa edizione, ha posto come tema centrale l’armonia e l’amore. Un bel messaggio da inviare ai giovani, in un periodo in cui l’odio e l’individualismo hanno sicuramente la meglio su questi sentimenti; perché, però, utilizzare come simbolo della rappresentazione artistica e di questi concetti lo Yin Yang anziché, ad esempio, una colomba con l’ulivo? E’ noto che il primo simbolo ha come principio che tutte le cose esistono come opposti inseparabili: maschio e femmina, vecchio e giovane, luce e oscurità, bene e male. L'intervento di Marisa Giudice sulla performance di Achille Lauro al Festival di Sanremo.

Sanremo, da Achille Lauro un inno alla droga libera

Leggi tutto...

I giovani, il sesso, la droga e rock’n roll

Durante la giornata i ragazzini si estraniano dal mondo esterno per abbandonarsi alle emozioni provocate dal brano scelto al momento: la musica esalta, rattrista, induce ricordi, fa condividere emozioni, provoca la pelle d’oca, tachicardia. Sappiamo che al pari del cibo, del sesso e delle droghe, anche la musica induce nel cervello il rilascio di dopamina, il neurotrasmettitore del piacere, attraverso l’attivazione dello stesso circuito cerebrale sottocorticale nel sistema limbico. Le considerazioni di Marisa Giudice sul suo blog.

Quanta violenza nella musica di oggi!

Leggi tutto...

L'orrore della Trap Music

Una notevole mole di proteste si è ultimamente levata contro i testi degli artisti (se tali si possono definire) della trap music: i loro continui attacchi sessisti, il loro continuo apostrofare le donne come meretrici della peggior specie (per non dire altro) ha alquanto infastidito liberi cittadini e parti sociali di vario tipo che sui social hanno lanciato i propri anatemi. Le considerazioni di Fabrizio Basciano su il Fatto Quotidiano.

 

Gli pseudo-musicisti del Trap

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS