I banchi con le rotelle salveranno la scuola italiana?

  • Pubblicato in Cultura

Personalmente, visti gli affanni di viale Trastevere, auspicavo un Commissario che gestisse tre temi: la digitalizzazione della Scuola (connessione, fornitura device su tutti), la fornitura dei dispositivi di sicurezza (mascherine, rilevatori di temperatura per edifici pubblici, come quelli che vediamo già in ogni altro edificio pubblico) e l’istallazione di impianti di climatizzazione/ventilazione forzata autosanificante, questi ultimi utili non solo in tempo di emergenza da pandemia, ma anche dopo. Avrebbero permesso una qualità ambientale costante dei luoghi in cui passano la maggior parte delle loro giornate 9 milioni di italiani e italiane e avrebbero finalmente reso possibile l’utilizzo di quegli edifici anche in estate per attività estive, richieste dalle famiglie sia a fini didattici che più in generale educative (sport, corsi, teatro, attività col digitale e via dicendo). I fondi ci sono e se si partiva quando lo scrissi oggi eravamo già in tutt’altra situazione. Il commento di Mila Spicola su Huffington Post.

Ma perchè le scuole sono rimaste chiuse?

Leggi tutto...

L'Italia, paese dell'emergenza continua (lo dice il premier)

Il giudice emerito della Corte Costituzionale, Sabino Cassese, ha scritto un libro di grande razionalità e ragionevolezza, oltre che di sapienza giuridica: “Il buon governo. L’età dei doveri”. Questo libro non dovrebbe essere letto solo dagli studenti di giurisprudenza, ma anche studiato dai nostri “incredibili” parlamentari, gli acrobati, tutti, dell’antipolitica militante (sia a destra che a sinistra e al centro) e la migliore espressione di quell’analfabetismo di ritorno di cui parlano, riguardo all’Italia, diversi organismi internazionali. Questo libro rappresenta la condanna più grave all’attuale classe dirigente italiana, non solo quella politica. (...) Unico Paese democratico, decreta lo stato d'emergenza prima fino al 31 dicembre, poi fino alla fine di ottobre, poi, per "intervento" di qualcuno, al 15 ottobre. Cassese ha commentato in una dichiarazione televisiva: "Mai visto chiamare i pompieri quando non c'è nessun incendio". Il commento di Gianlugi Da Rold su Il Sussidiario.

Mai l'Italia così in basso, la recessione continua a mordere

Leggi tutto...

Bufera sul ministro Azzolina, concorso a presidi col trucco

Punteggi inventati alle prove scritte. Sei procure della Repubblica che indagano. Otto sentenze del Tar, di cui due di annullamento. Richieste di accesso agli atti negati dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca. E l’attuale ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, vincitrice di concorso e arroccata nella sua posizione: appellarsi al Consiglio di Stato per bloccare ogni richiesta di traspare (...) L'Espresso ha potuto visionare in anteprima decine di prove, scoprendo che alcuni presidi, ormai assegnati a capo delle scuole, hanno ricevuto il massimo del punteggio ad alcuni quesiti, nonostante le risposte date non fossero corrette... Il commento di Elena Testi su L'Espresso.

Un vero disastro il concorso di Lucia Azzolina

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS