Immigrazione incontrollata, superato il livello di guardia

Berlusconi ha promesso, se vince le elezioni, di cacciare via dall’Italia centinaia di migliaia di immigrati. Nessuno lo sa, e naturalmente non ne ha una minima idea neppure Berlusconi stesso. Basterebbe questo a indicare l’incosciente superficialità con cui la classe politica italiana è abituata a trattare il tema dell’immigrazione. È la stessa superficialità,del resto, che l’ha portata a lasciare in vigore a tutt’oggi la legge Bossi-Fini. Il commento di Ernesto Galli Della Loggia su Corriere della Sera.

Gli errori incredibili sull'immigrazione

Leggi tutto...

Come affrontare l'emergenza immigrazione

La gestione del problema immigrazione dal Sud del mondo e dai numerosi Paesi in guerra, è affidata a consorzi, cooperative, associazioni, spesso senza gara, dove si paga, chiavi in mano, pieno per vuoto. Che l’immigrazione sia un grande affare per la criminalità è ormai un fatto accertato. Come potrebbe diventare un’opportunità trovando una soluzione gestibile, continua a non essere una priorità né per Bruxelles, né per il nostro governo. Le proposte di Milena Gabanelli sul Corriere dela Sera.

Immigrazione selvaggia, il governo può (e deve) proporre soluzioni

Leggi tutto...

Passano gli anni, Grecia ancora un problema

  • Pubblicato in Esteri

A un anno di distanza ancora una volta la trattativa sul debito greco viene condotta fino all’orlo del burrone. Proprio ora invece la Grecia avrebbe bisogno di essere sostenuta in un impegno gravoso e di interesse comune: il controllo delle frontiere esterne che separano l’Europa dalla leadership autocratica di Ankara e dai flussi migratori che le nostre società non sono capaci di gestire e di integrare. I campi di Idomeni e del porto del Pireo sono il simbolo delle difficoltà amministrative in Grecia, ma le navi militari che sfiorano le coste del Dodecanneso fanno sembrare i conflitti tra i creditori e Atene come poco più che ombre su uno sfondo teatrale. L'editoriale di Carlo Bastasin su Il Sole 24 Ore.

Atene, la ristrutturazione del debito è necessaria

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS