Redditi bassi? Cresce l'insofferenza verso gli immigrati

Dove la differenza nei redditi medi è piccola, è probabile che nativi e immigrati competano per gli stessi lavori; dove la differenza invece è elevata, è probabile che i nativi siano occupati in lavori con salari più alti e gli immigrati in lavori con salari più bassi e che, dunque, i due gruppi siano complementari nel mercato del lavoro. A sostegno di questa interpretazione, i dati mostrano come i comuni appena sopra la discontinuità abbiano una popolazione più grande e, con maggiore probabilità, appartengano a un’area urbana specializzata nel settore dei servizi, cioè una zona con occupazioni che richiedono competenze elevate, che generalmente gli immigrati stranieri in Italia non hanno. Il commento di Massimo Bordignon, Edoardo Slerca, Matteo Gamalerio e Gilberto Turati su La Voce.

Il successo dei partiti anti-immigrati

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS